Oltre i confini del colore: la nuova collezione autunno-inverno Face to Face Style

nuova collezione donna autunno inverno 20202-21

Londra, Parigi, le campagne toscane, correndo veloci in aeroporto e poi… una comoda poltrona davanti al camino; la nuova collezione autunnoinverno 2020-21 Face to Face Style è un caleidoscopio di donne, colori e immagini in movimento, che attraversano e riattraversano gli spazi senza mai mettere da parte se stesse e il loro stile. E’ un viaggio simbolico tra la frenetica City, la mondana Città dell’amore, il bucolico Centro Italia e il più rilassante degli ambienti, la casa, che ripercorre la modernità della vita femminile in tutte le sue sfaccettature.

Ecco che, allora, la collezione si dirige in quattro direzioni differenti, andando a toccare altrettanti momenti della quotidianità: London for business woman, la sofisticata Parigi per la sera, le verdi e avventurose campagne della Toscana ma anche “The art of leisure”, l’arte del tempo libero, per i weekend. A ciascun momento il suo look, senza compromessi, se non quello di poter riutilizzare i capi mixando tra loro i temi e, quindi, i tempi e gli spazi, dando il benservito alla gonna (almeno per questo inverno) e il via libera a shorts e tute.

Quattro macro aree, che esaltano la femminilità in modo differente, si influenzano, contaminano e completano tra loro, proprio come avviene nella vita, ben oltre i confini del colore.

Londra, business woman, like a boss

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 LondraE’ pensata per la donna in carriera, per essere utilizzata durante la settimana, esaltando la comodità ma anche la personalità di chi indossa un completo. Qui si alternano tessuti come check, micro pied de poule, cady, panno e cappa, dai colori più neutri (nero, petrolio, panna) fino a quelli più irriverenti del giallo e del lilla.

I completi in cady privilegiano i colori naturali come verde bottiglia, rosa antico, crema, panna, nero; e, sotto, una blusa 100% viscosa o o una camicia con un maxi colletto, con punte lunghissime, ad impreziosire l’outfit. Cosa abbinare a questi modernissimi completi, nei freddi e impegnativi inverni di lavoro? Un trench in vernice, davvero London style, nei toni del verde, del marrone, del beige, del nero; oppure un cappottino corto in panno misto lana con doppia tasca. Non dimentichiamo, infine, gli abiti in cappa, pezzi unici che giocano con la vernice in una sorta di patchwork classico ma dai colori forti.

La sofisticata Parigi e i suoi mille volti

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 MetalI capi che si ispirano alla Città dell’amore raccontano di una sera sofisticata, non attillata, fatta di volumi molto ricchi; sono pensati per essere indossati tutta la settimana ma anche durante il weekend, celebrando le luci della città con tessuti metal, velluto, bottoni, fibbie e altri dettagli gioiello.

Gli abiti in velluto hanno maniche voluminose, a sbuffo e spalline importanti; si ispirano ai colori del vino, bordeaux, prugna, nero, richiamando il calore del tessuto (e quello del nettare degli dei).

Tra le campagne della Toscana

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 PizzoPizzo, pelle (rigorosamente vegana) e un gioco di capi di double face vestono le donne più spregiudicate e avventurose nei loro weekend. La cow girl Face to Face Style sceglie di indossare inedite contaminazioni estetiche e stilistiche.

Tre tipologie di pizzo (con nodi bicolor neri e bianchi, con motivi floreali, beige con ampi ricami colorati) cucito su capi in pelle vegana, declinata in tanti colori (polvere, panna, militare, bordeaux, nero). E, a chiudere il cerchio, un montoncino double face lilla, insieme ad un capospalla, sempre double face, giraffato, che preannunciano impreviste avventure bucoliche.

The art of leisure: relax senza tempo

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 The art of leisureL’arte di rilassarsi è una micro collezione dedicata al weekend, al tempo libero, ed è strettamente legata, quasi consequenziale, a Londra; dopo il lavoro la pausa, il relax, il viaggio. Ecco, da qui nasce la prima tuta Face to Face Style, nei colori pastello che contraddistinguono il brand. Non si tratta più di un capo da relegare tra le mura domestiche ma da indossare, con stile, quando si ha bisogno di un abbigliamento super comodo, ad esempio in aeroporto, in partenza per il prossimo fine settimana.

Proprio per la sua assoluta femminilità, la tuta può essere abbinata agli altri elementi della collezione, come le felpe e le giacche. Ma The art of leisure è anche maglieria comoda – un’altra novità Face to Face Style – con capi di ampie dimensioni e colli alti, da abbinare ai pantaloni coordinati in melangiato per rilassarsi in casa, magari davanti al camino.

Al di là delle ispirazioni spaziali: i trend topic della collezione

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 TutePantaloni a vita alta, giacche dritte con spalline importanti, shorts per tutte le occasioni, tute e maglieria come new entry: la collezione autunno-inverno 20/21 trae ispirazione da luoghi differenti, con capi immaginati (e tagliati) su donne in carne e ossa che abitano spazi reali.

I colori restano al centro della ricerca stilistica Face to Face Style, ripercorrendo intere scale cromatiche con colori naturali, pastello, freddi per il giorno e caldi per la sera. Tra i tanti tessuti scelti per la prossima stagione, la pelle rappresenta il vero fil rouge della collezione; una pelle vegana che va a confermare, qualora ce ne fosse bisogno, l’attenzione alla sostenibilità ambientale del brand.

Tra le tendenze che animano la nuova collezione autunno-inverno Face to Face Style:

Nuova collezione autunno inverno 2020-21 Shorts

  • il maxi colletto, abbinato con la pelle, la viscosa, il pizzo, il velluto, glitterato e non; un dettaglio non più dettaglio, che ingombra con la sua presenza, richiamando continuamente l’attenzione;
  • gli shorts: per le stagioni che si fondono e confondono tra loro, quando la bussola impazzisce e nell’armadio si mischiano i capi, mandando al diavolo il termometro che segna 2 gradi sotto zero; shorts a vita alta in velluto con una grande fibbia gioiello per la sera, o in pelle vegana da abbinare con una blusa in pizzo e, infine, in check per l’ufficio per un look un po’ mannish con giacca e camicia;
  • gli accessori; ecco un’altra novità assoluta in casa Face to Face Style: la creazione di una cinta in pelle vegana, declinata in tantissimi colori pastello (e non solo).

 

Per sapere quando sarà disponibile la nuova collezione sul nostro store online, iscriviti alla newsletter e ricevi sconti e promozioni a te dedicate. E se hai un negozio di abbigliamento donna, scopri come diventare un rivenditore Face to Face Style.

Moda Made in Italy: Face to Face Style sostiene la sua rete di negozi e rivenditori

Moda Made in Italy Face to Face Style sostiene la sua rete di negozi e rivenditori

Molte vetrine erano già pronte, sfavillanti, colorate, allestite con le nuove collezioni primavera-estate 2020; altre in fervente preparazione, con la merce nei magazzini o in arrivi di lì a qualche giorno. Poi il 12 marzo scandisce il tempo, lo dilata inesorabilmente, con la chiusura delle attività commerciali e l’inizio del lockdown; e il settore dell’abbigliamento Made in Italy – il nostro settore – inaspettatamente si ferma.

“I nostri rivenditori iniziano a chiamarci – racconta Elisa Mastella, titolare, insieme al suo compagno, Andrea Giordani, del brand – non sanno cosa accadrà, sono spaesati dall’incertezza e noi con loro”. Passa qualche giorno tra telefonate, blocco della produzione, stop delle consegne. Finché Elisa e Andrea decidono di prendere in mano la situazione, come hanno sempre fatto, di non lasciarsi travolgere dagli eventi, di trovare un sistema per “resistere” all’emergenza sanitaria e, allo stesso tempo, per sostenere i negozi con cui, dal 2014, condividono la passione per la moda.

Fare rete per combattere la crisi: così la moda Made in Italy può resistere

Durante tutto il lockdown, Elisa e Andrea sentono quotidianamente – con messaggi, telefonate, email – i rivenditori Face to Face Style, si confrontano con loro, ne raccolgono le esigenze. “Abbiamo da sempre con i nostri negozi un rapporto che va al di là di quello meramente professionale. Ecco perché, in un tale momento di difficoltà, abbiamo cercato di stringerci e venirci incontro. In che modo? Con piccoli gesti di solidarietà e sostegno reciproco che ci hanno fatto sentire parte di una comunità”.

Il rapporto con i negozianti si fa sempre più stretto; con alcuni rivenditori Elisa e Andrea organizzano delle dirette Facebook per parlare di moda, creando contenuti interessanti e fruibili per il pubblico social del negozio. Con altri affrontano questioni concrete come la consegna della merce, il blocco degli ordini e l’incremento delle vendite online per chi ha un e-commerce. Inoltre Face to Face Style annuncia che, fino a settembre, non farà sconti né saldi sulla nuova collezione presente nello shop online, così da incentivarne l’acquisto nei negozi.

Mascherine Face to Face Style: dalla solidarietà alla produzione

Elisa con la mascherina in lurex Face To Face StyleEd ecco che a Elisa viene in mente di utilizzare ciò che ama di più, la moda, per fare ai rivenditori Face to Face Style un piccolo regalo di Pasqua: mascherine arcobaleno in lurex. Cerca i tessuti, le sarte, i corrieri in un periodo in cui reperire stoffe e manodopera è davvero difficile. Il piccolo presente è davvero gradito non solo perché le mascherine sono merce rara ma anche perché simboleggiano la vicinanza del brand ai suoi negozi.

“i colori dell’arcobaleno – racconta Elisa – sono, del resto, il fil rouge delle nostre collezioni ma, ovviamente, anche quel simbolo di speranza che ha unito durate l’emergenza sanitaria i cuori di moltissimi italiani. Noi abbiamo aggiunto a questo messaggio di speranza un filo di lurex, per non dimenticare quel luccichio che contraddistingue la moda. Questo mondo, apparentemente futile e leggero ma tanto pervasivo che nessuno può dirsene estraneo, è in realtà così complesso da porre questioni di ampio respiro quali la globalizzazione, l’approvvigionamento di materie prime, i procedimenti di lavorazioni, i costi della manodopera, raccontando proprio sulle passerelle abitudini culturali e gerarchie sociali di un determinato periodo storico; ecco che la moda, sensibilissima al contesto storico, si è fatta, anche in questo caso, specchio del cambiamento epocale che che stiamo vivendo”.

Ecco i rivenditori Face ti Face Style con le mascherine arcobaleno del brand

 

Le mascherine Face to Face Style, “sponsorizzate” involontariamente dagli stessi rivenditori che le avevano ricevute in regalo, cominciano ad essere richieste alla vendita; Elisa e Andrea non sono pronti a questo risvolto, così lontano dalla mission del brand, ma si rimboccano le maniche. Decidono inoltre di donare, per ogni mascherina venduta, un’altra all’Associazione italiana persone down, con sede ad Anzio e Nettuno (come raccontato in questo articolo del giornale locale “Il Faro”). La produzione ha inizio e in tempi record le mascherine sono esaurite senza nemmeno essere inserite nello shop di abbigliamento online. Pochissimo giorni dopo Elisa e Andrea vanno già a consegnare all’associazione le prime 80 mascherine.

Negozi di abbigliamento e fase 2: le idee Face to Face Style per ripartire insieme

“Questo rapporto così diretto con i nostri negozi ovviamente ci ha aiutato anche come brand; ed ecco che in questa fase 2, nonostante le difficoltà, molti dei nostri rivenditori hanno acquistato la nostra collezione estiva, esponendo i nostri capi in vetrina come fiore all’occhiello”. Ma per andare davvero incontro alle esigenze dei rivenditori, Elisa e Andrea decidono di fare qualcos’altro: di creare, per la prossima stagione autunno-inverno, una collezione diversa, ancora più originale del solito, con capi e soluzioni che siano una risposta realmente efficace al periodo.

Ora ripartiamo dall’abbigliamento Made in Italy per sostenere i negozi di prossimità

il biglietto Face to Face style per i suoi rivenditori durante il lockdownCome rilanciare il settore dell’abbigliamento? “Ne abbiamo discusso a lungo con i nostri rivenditori – conclude Elisa – Ovviamente non abbiamo la soluzione in tasca. Ma, oltre ad una strategia di condivisione della ripartenza, c’è un dato positivo da cogliere al volo: l’attenzione al Made in Italy, in termini di acquisti futuri, da parte del 40% circa degli italiani, come ci dicono alcuni dati. Siamo i primi al mondo per qualità; è il momento di dimostrarlo!”.

Vuoi diventare un rivenditore di abbigliamento donna Made in Italy Face to Face Style? Ecco come!

Il look per Capodanno 2020? “Splendido splendente” con effetto metal e paillettes revival

Abito con paillettes

Cosa indossare la notte di Capodanno 2020? Come salutare l’anno che se ne va e inaugurare con stile il nuovo? Per la notte più glam dell’anno è necessario giocare d’anticipo: al bando abiti shabby, per giunta rimediati all’ultimo momento; lunga vita invece allo scintillio di paillettes e lustrini. E’ la luce il vero tema della notte di San Silvestro, celebrata da secoli come contraltare alle lunghe notti invernali; candele, luminarie e fuochi d’artificio sono al centro della festa: ecco perché gli abiti di chi in quella notte si muove, danza e brinda non possono certo essere da meno. Insomma se c’è un’occasione giusta per indossare paillettes (e non solo) è proprio Capodanno.

In piazza, in discoteca, a ristorante oppure a casa di amici, il glitter è perfetto per ogni genere di serata, l’importante è declinarlo nel modo giusto, scegliendo l’outfit ideale per sconfiggere il freddo, per ballare o, più semplicemente, per festeggiare in compagnia degli amici; per sentirsi a proprio agio soprattutto!

 

5 consigli per un look di fine anno scintillante (ma appropriato)

Ecco allora qualche piccolo consiglio per un look “splendido splendente” che sia d’effetto esaltando il corpo e la personalità di chi lo indossa:

  • regola numero uno: non passare inosservate (Capodanno concede a tutte qualche eccesso, anche a quelle più sobriamente eleganti);
  • se si sceglie di indossare un abito tutto ricoperto da paillettes o glitter, è meglio prediligere scarpe e accessori sobri, meglio se tinta unita;
  • abbinare con cura anche i gioielli dando priorità all’effetto “punto luce” piuttosto che a pendenti e collane vistose;
  • fondamentale sentirsi bene, a proprio agio anche con un outfit scintillante; ecco perché è bene scegliere con cura tra le tante offerte ormai disponibili.

Look per capodanno Face to Face Style: effetto metal o paillettes revival?

Le paillettes tornano ad illuminare abiti lunghi e corti Face to Face Style, più o meno avvolgenti ma che lasciano comunque scoperte le gambe, illuminate da glitter e irradiate dal bagliore delle luci di Capodanno. Abiti e abitini preziosi e seducenti, realizzati sempre e comunque per vestire comodamente: ecco perché anche i modelli più corti tutti lustrini sono accompagnati, ad esempio, da una sottoveste che ne rende particolarmente piacevole la mise.

Ma la vera novità del Capodanno 2020 sono i completi metal, dedicati alle donne che vogliono essere sfavillanti senza rinunciare alla praticità dei pantaloni: veri e propri capi gioiello, impreziositi da un 10% di metallo nella composizione del tessuto che lo rende cangiante, assecondando con la luce i movimenti del corpo. Sono disponibili in due nuance di tendenza: argento che va sui toni del celeste e oro che vira verso il rosso e il bordeaux.

 

I completi Diamod e Crystal sono, poi, incredibilmente moderni e fluidi, realizzati in “velluto 2.0″, un tessuto rasato lurex che li rende particolarmente luminosi: un pantalone slim con la sua giacca e un pantalone morbido dotato di stringhe per regolarne la morbidezza sulle forme del corpo. Ampio spazio a cappotti ed ecopellicce per proteggersi dal freddo del 31 dicembre ma sempre rigorosamente glam: bianca a scacchi neri, nelle tonalità pastello del verde o dell’arancione, oppure nel classico stile noir in antitesi alla paillettes revival del look di Capodanno.

 

 

 

Credit:

 

GUIDA ALLE TAGLIE

GUIDA ALLE TAGLIE
 3840424446
TORACE (cm)83-8687-9091-9495-9899-102
VITA (cm)63-6667-7071-7475-7879-82
FIANCHI (cm)86-9091-9495-9899-102103-106
LARGHEZZA SPALLE (cm)3637383940
COLLO (cm)3435363738

Stando davanti alla ragazza far scorrere un metro da sarta intorno al busto, all’altezza della circonferenza del reggiseno. Prendere la misura tendendo il metro all’altezza dei capezzoli senza stringere troppo. Idealmente il metro dovrebbe essere appena appoggiato, tenuto stretto quel tanto che basta in modo che appena si allenta la tensione il metro cade.

Va presa a pelle nuda, nella parte più stretta compresa tra la parte alta dei fianchi e la base della cassa toracica. Anche in questo caso il metro deve essere appena appoggiato sulla pelle, senza stringere.

Per prendere la giusta misura, è bene non avere vestiti addosso e tenere i piedi uniti. Il punto corretto attorno al quale far passare il metro è quello più ampio. Dopo aver avvolto il metro intorno ai fianchi, alzalo o abbassalo leggermente, finchè non trovi il punto più largo. La misurazione è semplice: tieni un'estremità del metro ferma in un punto, poi con l'altra mano passalo dietro alla schiena, ricongiungi il metro, facendo attenzione che sia ben aderente intorno ai fianchi, ma senza stringere.

La schiena deve essere diritta, ma le spalle devono essere rilassate e in una posizione naturale.

Quindi, mantenendo la posizione, deve stendere il metro attraversando la schiena lungo la curvatura delle spalle fino a raggiungere la punta dell'altra spalla.

Tieni a mente che la misura dovrebbe essere presa nella parte più ampia delle spalle. Ciò significa che, di norma, la misura deve essere presa all'incirca tra i 2,5 e i 5 cm al di sotto della scollatura.

face to face

ISCRIVITI ORA ALLA NEWSLETTER, SCONTO 10%!

Iscriviti ora alla nostra newsletter! Oltre a rimanere sempre aggiornata sulle nostre novità, riceverai subito un codice sconto del 10% da utilizzare sul tuo prossimo ordine!